#M5S Fitodepurazione: Lama San Giorgio il secondo esempio in Europa?

Leggendo i giornali questa mattina, ho notato questo articolo sull'impianto di fitodepurazione di Melendugno e ho appreso con immenso piacere che tutto funziona alla perfezione: le piante sono risultate efficienti nell'azione di aggressione e trasformazione delle molecole del liquido inquinante in sostanze nutritive; sono tornate le specie di uccelli migratori; l'impianto è diventato anche un'attrattiva per le scolaresche che, numerosissime, hanno visitato l'area. Poi ho letto, con molto meno piacere, che Vendola si vanta dell'Impianto di Melendugno parlando di primato Europeo, di ricostruzione di un ecosistema e di ripristino di valori naturalistici. Ammette che la scarsità dei corsi d'acqua a noi pugliesi ci mette in una situazione particolarmente complicata.

Il Governatore Vendola, proprio lui che ha permesso il finanziamento dell'impianto di fitodepurazione di Melendugno. Il Commissario delegato per l'emergenza ambientale in Puglia Vendola, proprio lui che dall'alto della sua carica, il 12 giugno 2009 approvava con il decreto 92 il progetto del depuratore di Casamassima e del collettore di scarico in Lama San Giorgio, dando mandato all'Acquedotto pugliese di realizzare l'opera estromettendo tutti gli attori interessati dalla procedura amministrativa.

Nell'interrogazione presentata l'ormai lontano 23 luglio, chiedevo al Governo, tra le altre cose, di sapere se fosse possibile promuovere uno studio urgente per verificare la fattibilità di un impianto di fitodepurazione al fine di permettere il riutilizzo delle acque, in regioni, come la Puglia, che soffrono pesantemente la carenza di tale risorsa. Purtroppo ad oggi non ho ancora avuto risposta dal Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Lo spieghi Il Governatore Vendola, a me ed ai cittadini, perchè non si possa pensare ad un impianto di fitodepurazione per Casamassima. Egli stesso ha definito quello di Melendugno, il primo esempio in Europa. Faccia in modo che i cittadini di Sammichele di Bari, Casamassima, Rutigliano, Noicattaro e Triggiano godano del secondo esempio in Europa.