Troppopieno in Lama San Giorgio: la regione Puglia valuta le alternative


Finalmente qualcosa sembra muoversi nella risoluzione dell'annoso problema dello scarico dei reflui in Lama San Giorgio. Dopo il surriscaldamento degli animi degli ultimi giorni tra il Comitato “No Reflui in Lama San Giorgio” e le istituzioni locali rutiglianesi conseguente al ritiro di un ordine del giorno che impegnava il comune di Rutigliano a considerare uno scarico alternativo a Lama San Giorgio per l'eventualità del troppopieno, pare ci sia un'apertura da parte della Regione Puglia a valutare le alternative rispetto alle intenzioni attuali.
Questo infatti, è stato il leitmotiv dell'incontro che ho avuto in Regione qualche giorno fa con l'Assessore ai trasporti e ai lavori pubblici, Giovanni Giannini, dal momento che dall'inizio della legislatura cerco di dare il suo contributo affinché venga rispettata la volontà dei cittadini rutiglianesi.

Un incontro molto cordiale che mi ha dato la possibilità di apprezzare la disponibilità dell'Assessore Giannini e la nostra comune volontà, al di là dei colori politici, di collaborare per trovare la soluzione migliore. Sono riuscito a strappargli la promessa di valutare le alternative allo scarico in Lama San Giorgio. Adesso insieme ai cittadini, attendo la relazione dell'Assessore Giannini corredata da evidenze tecniche, che permetterà di valutare vantaggi e svantaggi di un eventuale spostamento dello scarico del troppopieno in Lama Cupa, così come caldeggiato dal Comitato No Reflui in Lama San Giorgio”. La relazione, che dovrebbe essere seguita da un incontro pubblico nel quale la Regione Puglia si farà portavoce delle decisioni prese e delle motivazioni alla base di tale scelta, probabilmente, metterà la parola fine alle dispute tra cittadini ed istituzioni, colpevoli del ritardo in cui ci troviamo oggi.

Mi auguro che la relazione dell'Ass. Giannini arrivi quanto prima e che porti con sé la previsione dello scarico di Lama Cupa come recapito finale del troppopieno. Sono oltre due anni ormai che mi occupo della questione e, da quanto ho avuto modo di apprendere, la maggior parte dei cittadini di Rutigliano è particolarmente legata a Lama San Giorgio e optano proprio per Lama Cupa, invaso già esistente ma attualmente in stato di abbandono, come recapito ideale del troppopieno. Ritengo doveroso che, qualunque sia la decisione, la Regione Puglia si prenda l'onore e l'onere di spiegare alla comunità locale, in un incontro pubblico, quella che sarà la scelta definitiva. E' vero, chi amministra deve alla fine prendere le decisioni, ma non deve mai sottovalutare le volontà dei cittadini.

APPROFONDIMENTI